il suo progetto: GenerAzione Ponte

Abdullahi Ahmed

Nella Giornata Mondiale dei Rifugiati, diamo voce ad un Global Shaper ed eroe speciale.
Lui è Abdullahi Ahmed, un ex rifugiato somalo, arrivato a Lampedusa nel 2008, per poi approdare a Settimo Torinese, dove diventa cittadino onorario nel 2014 e cittadino italiano nel 2016.

Grazie al suo forte senso civico, nel 2018 Abdullahi fonda GenerAzione Ponte insieme ad altri cittadini rifugiati, seconde generazioni e italiani accomunati dal desiderio di realizzare azioni concrete capaci di essere “ponte” tra generazioni e culture differenti.

Abdullahi è un esempio straordinario di umanità e di speranza per una società futura capace di abbattere quel muro dell’indifferenza e della paura che, soprattutto di recente, stanno minando i valori fondamentali del nostro paese.


In linea con l’SDG 16 dell’Agenda 2030, l’Associazione si occupa, sia in Italia che in Somalia, di valorizzare e diffondere una cultura di convivenza pacifica, di dialogo e di scambio interculturale, che rispetti le diversità, mettendo al centro giovani rifugiati e nuovi cittadini italiani.

Condividi questo contenuto